Cerca

SERVIRE UNA BIRRA: LA TEMPERATURA CORRETTA




Tra tutti gli stili che si possono trovare nel mondo della birra la questione della temperatura a cui servirla emerge abbastanza spesso, ma su questo argomento sono davvero poche le verità assolute e le preferenze di ogni consumatore spesso si distanziano dalle regole generalmente accettate.

Per cominciare è il caso di sfatare un mito molto diffuso: la birra va servita molto fredda? Assolutamente NO! Sono i grossi produttori di birra a volere che lo si creda, perché la sensazione del freddo inibisce i recettori del gusto sulla lingua. Da quando hanno iniziato a posizionare i propri prodotti in base a ogni caratteristica immaginabile tranne il sapore, i colossi del settore birrario hanno bisogno di neutralizzare l’importanza del gusto. Un mezzo di ingestione di alcol non necessita del sapore, che anzi di solito disturba, e infatti le bevande rinfrescanti alternative come la soda, il tè freddo o l’acqua hanno in genere sapori meno offensivi delle birre più commerciali. Ecco un altro motivo per cui è importante rendere insensibili le papille gustative, e che rende evidente cosa intendono i pubblicitari quando parlano del “gusto fresco” di una birra. La risposta quindi è no, la birra non deve essere quasi congelata; anzi, una buona birra non dovrebbe proprio esserlo. Quindi, bisogna verificare sempre qual è la temperatura ideale alla quale viene consigliato il consumo di un determinato tipo di birra e non bisogna cedere alla tentazione del freezer.

35 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti